#Problematiche scolastiche #Gestione della classe #Trasversali

Le regole in pratica

07/01/2019   Dott.ssa Giulia Guardavilla
Molti problemi comportamentali che si incontrano in ambito scolastico dipendono dal mancato rispetto delle regole da parte degli studenti. Il primo passo per aumentare l’efficacia delle regole è formularle in modo adeguato e coerente.

La formulazione delle regole, per essere più efficace, dovrebbe avere alcune caratteristiche.

In particolare:

  • esprimere le regole in modo positivo;
  • esprimere le regole in modo chiaro e semplice;
  • usare un linguaggio concreto e operativo, non vago;
  • usare immagini esplicative;
  • fornire poche regole, massimo 8-10;
  • rendere le regole visibili a tutta la classe;
  • essere coerenti: le regole sono le stesse per ogni insegnante;
  • condividere le regole con i bambini.

Ecco alcuni esempi, in verde una regola ben scritta, in rosso una regola poco chiara per gli studenti:

Alzare la mano per parlare  

Non parlare senza alzare la mano

La regole è più efficace se espressa in modo positivo e può essere accompagnata da un’immagine.

art4_img1


Stai in silenzio quando la maestra parla.

Non disturbare la maestra quando parla.

Si dice all’alunno cosa deve fare (in questo caso stare in silenzio) e non cosa non deve fare; in questo modo ha un modello del comportamento adeguato.

art4_img3



Tieni l’aula pulita e in ordine.

Abbi cura dell’aula.

Butta i rifiuti nel cestino.

Metti i quaderni nell’armadio.

In questo caso le frasi in verde esprimono in modo più chiaro e concreto quali azioni deve mettere in atto il bambino per tenere pulita e in ordine l’aula.

art4_img2



Quando si esce bisogna aspettare che i compagni siano pronti e mettersi in fila.

Si esce in fila per due.

art4_img4



07/01/2019   Autore: Dott.ssa Giulia Guardavilla

#Problematiche scolastiche #Gestione della classe #Trasversali

#Problematiche scolastiche

© Appears srl P.IVA/C.F. 02315691200 | 2018 - 2019 | cookies | privacy / policy | credits